• No products in the cart.
Search result for:
Share:

Tomahawk: la bistecca gigante con l’osso a forma di ascia

Conosciuto solo dai veri intenditori, questo particolare taglio di bistecca bovina deve il suo nome all’ascia da guerra dei nativi americani, della quale ricorda la forma. Pezzo immancabile nelle migliori grigliate americane, il Tomahawk è sempre più apprezzato anche dai carnivori italiani.

Più saporita di una tradizionale costata e allo stesso tempo tenera come un filetto, il Tomahawk è un taglio che vi farà cambiare punto di vista sulla bistecca. I suoi punti di forza? Aspetto curioso e invitante dovuto soprattutto alla sua forma originale, che al palato regala una morbidezza e un’intensità di sapore unico nel suo genere.

Per realizzare il taglio Tomahawk vengono utilizzati solo bovini selezionati, con particolari caratteristiche fisiche, e che hanno seguito un certo tipo di alimentazione prima della macellazione. Solo grazie a un’alimentazione controllata, infatti, il bovino può sviluppare un determinato tipo di marezzatura che in cottura andrà ad ammorbidire le fibre della carne.

Nel nostro store online di carne bovina trovate in vendita Tomahawk ricavati da scottona di razza slovena,varietà bovina che garantisce una carne tenera dal sapore deciso. Inoltre per le loro grandiose dimensioni sono ideali per ricavare un’ascia perfetta perché anche l’occhio vuole la sua parte. Una tentazione irresistibile per ogni carnivoro che si rispetti.

Il taglio del guerriero

Il Tomahawk è un taglio particolare ricavato dalla parte anteriore della lombata. Per essere precisi questa parte comprende, partendo dal collo dell’animale, dalla prima alla quinta vertebra dorsale.

L’osso che tanto fa somigliare questa particolare bistecca a una clava o a un’antica ascia da guerra viene lasciato intatto durante la macellazione. Per il macellaio, l’osso è il punto di partenza per definire le dimensioni della bistecca: secondo la grandezza dell’osso decide quanto grande realizzare la bistecca. Durante la lavorazione il macellaio stacca la carne intorno alla costola lasciando attaccato solo quell’unico grande e saporito pezzo ricavando una vera e propria ascia di pura ciccia.

L’osso della costola di circa 30 cm è intatto e viene ripulito da carne, dalle cartilagini e dal grasso in eccesso per avere un aspetto migliore, in gergo frenched. In genere l’altezza di questa particolare bistecca è di circa tre dita e il peso varia dagli 800 g a 1,2 kg. Ma attenzione: possono essere realizzate anche Tomahawk di un’altezza pari a 6 cm!

Il taglio Tomahawk è molto pregiato perché esattamente in quel punto della lombata la carne presenta delle fibre molto sottili associate a una fitta maglia di grasso. La combinazione di questi due fattori rende la carne estremamente tenera senza modificare il sapore ma esaltandone il gusto.

Nel nostro shop trovate dei Tomahawk di media grandezza realizzati con la carne di Scottona, questa scelta è dettata dalla volontà di fornirvi un prodotto di alta qualità, ancora più tenero e gustoso a scapito delle dimensioni.

Come tutte le bistecche anche i Tomahawk hanno bisogno di un periodo di frollatura e per le loro dimensioni sono necessari almeno 28 giorni.

Come cucinare una bistecca “preistorica”

Il Tomahawk rende il meglio di sé con la cottura alla griglia. Come tutte le carni, prima di andare in griglia, ha bisogno di riposare a temperatura ambiente per diverse ore per evitare shock termici che possono compromettere le fibre della carne.

La cottura è simile a quella della bistecca alla fiorentina, pochi minuti per tutti i lati, osso compreso. Per assaporare al meglio e godere dell’effetto della marezzatura è consigliata una cottura al sangue. Il grasso sprigionerà succulenza tra le fibre mentre il collagene assicurerà la morbidezza.

Per cuocere perfettamente questa prelibata bistecca è necessario prestare attenzione alle dimensioni. Più grande è la bistecca e più tempo dovrà cuocere per ogni lato.

Il Tomahawk di scottona slovena come quello disponibile nel nostro store non ha bisogno di altri condimenti prima o dopo la cottura. La spiccata marezzatura tipica delle scottone provvederà ad ammorbidire e insaporire le fibre inoltre la frollatura dry aging farà spiccare il sapore deciso di questa varietà bovina restando delicato sul palato.

La costata per il vero cowboy cotta in purezza vi farà apprezzare il vero sapore deciso della carne arricchita dal grasso. Il Tomahawk è il taglio perfetto per coloro che amano mangiare la carne fino all’osso, letteralmente.  

Attenti al Tomahawk: un po’ di curiosità

State attenti a dire Tomahawk perché potreste non vedere arrivare la vostra bella bistecca ma un’ascia da guerra o cacciabombardiere della seconda guerra mondiale, Curtis P-40 Tomahawk, o ancora un missile da crociera statunitense.

I RGM-109 Tomahawk erano dei missili antinave ma a causa delle loro scarse prestazioni furono convertiti all’attacco terrestre e così nacquero i BGM-109 Tomahawk, missili di sette metri che sfrecciano a ottocento chilometri all’ora schierati per la prima volta come arma nucleare in Europa occidentale.

Tomahawk – Scure di guerra è il titolo di un famoso film western del 1951 diretto dal regista George Sherman ricordato anche per Mentre la città dorme del 1950.

TE-416 Tomahawk è il nome di battesimo di un razzo spaziale statunitense ma anche un comune del Wisconsin e di un gruppo rock americano con quattro album all’attivo di cui il primo è intitolato proprio Tomahawk, concept album sulla psicologia di un serial killer.

La Dodge Tomahawk è la motocicletta più potente del mondo presentata dalla Dodge al North American International Auto Show del 2003. La Tomahawk prodotta dalla Dodge lasciò tutti a bocca aperta con le sue quattro ruote (due anteriori da 120 X 60 R20 e due posteriori da 150 X 60 R20) con il motore della Viper SRT, il più potente di casa Dodge che raggiunge da 0-100 km/h in 2.5 secondi. A dieci anni di distanza dalla sua presentazione ufficiale ne sono stati prodotti solo 9 esemplari venduti a 550.000$ pari a circa 415.000€.

Il nome Tomahawk, è inutile sottolinearlo piace molto agli americani, forse perchè l’ascia, simbolo dell’antica lotta con i pellerossa, evoca potenza e forza ma non c’è dubbio che tra quel lungo elenco la bistecca Tomahawk sia la più succulenta versione di questo nome.

Molte delle bistecche Tomahawk possono superare tranquillamente i 2 kg, sono un pezzo  immancabile nelle grigliate made in USA e, per le sue grandi dimensioni, il Tomahawk è stato ribattezzato anche la bistecca di brontosauro. In fondo non vi ricorda un po’ una clava e una di quelle gigantesche bistecche che Fred Flinstones cucinava sul suo preistorico barbecue in giardino?

Fonte: Passione Grigliata

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *